• Floyd Rose


Performing Pink Floyd

Floyd Rose

La band, l'inizio, il presente ed il futuro

About us

chi siamo

995164_10202150760240029_1719714398_n
I Floyd Rose sono nati in una piccola stanza adibita a “sala prove” nel centro storico di Molfetta, nel dicembre 2002. Sin dagli esordi i Floyd Rose, sono entrati nel circuito delle tribute band italiane che gravitano nella galassia del Pink Floyd italian fans club (www.pink-floyd.it).

Il repertorio proposto attinge ovviamente dai classici floydiani, ma oltre alle atmosfere di The Dark Side Of The Moon e Wish You Were Here ed alle architetture musicali e verbali di The Wall ed Animals non mancano excursus nella prima produzione musicale della band d’oltremanica, quella psichedelica e “pre-Dark Side”. Elementi caratterizzanti del gruppo sono la ricerca costante di un difficile equilibrio tra fedeltà del sound e delle partiture e reinterpretazione, alla luce della sensibilità e delle proprie caratteristiche musicali personali, con il tentativo di evitare di trascendere nella mera emulazione, unito alla riproposizione di filmati, diapositive ed effetti luce che ricreino le atmosfere psichedeliche e ripropongano anche visivamente i contenuti, e la stretta e costante cooperazione con attori, che in ogni spettacolo forniscono con testi narrati basati sulle lyrics delle canzoni, la chiave di lettura dei concept pinkfloydiani.

all together
Per il quarantesimo anniversario della pubblicazione di The Dark Side Of The Moon i Floyd Rose assieme agli attori della Associazione Culturale Malalingua hanno messo in scena per la prima volta nell’ottobre 2013 “Il Lato Oscuro della Luna”, un suggestivo spettacolo frutto della commistione di teatro e musica live, in cui due Voci Narranti dal Lato Oscuro (Marianna de Pinto, Marco Grossi) raccontano in chiave onirica un percorso di formazione umana ed artistica, intersecandolo con i brani di Dark Side, eseguita live in forma integrale, e con la riproposizione di altri classici della band inglese.
On the Stage with Luigi

  • And then one day you find
    Ten years have got behind you
    No one told you when to run
    You missed the starting gun.

    — Time —
  • And I am not frightened of dying, any time will do, I don’t mind. Why should I be frightened of dying? There’s no reason for it, you’ve gotta go sometime.

    — The Great Gig in the Sky —
  • I’ve been mad for fuckin’years
    absolutely years.

    — Speak to me —

Visuals

together2
Ispirate alle iconiche rappresentazioni scenografiche e visive che hanno reso celebri gli spettacoli Pinkfloydiani, le scenografie dei Floyd Rose si inseriscono ad integrare il racconto musicale di ogni concerto, potenziandone l’impatto sul pubblico, contribuendo a rendere ogni spettacolo unico.

Speak To Me
Le videoproiezioni, vero e proprio “marchio di fabbrica” della band, opportunamente rivisitate e riadattate, si inseriscono nel contesto di un vero e proprio light show psichedelico, realizzato anche grazie all’impiego di una americana circolare di 3,40 m di diametro, dotata di apposito schermo, su cui scorrono, brano dopo brano, immagini, filmati in computer-grafica, clip che sottolineano i testi sempre significativi del repertorio pinkfloydiano.

I pupazzi di scena utilizzati dai Floyd Rose (il Teacher semovente, alto circa 3 m, ed il Maiale gonfiabile, lungo 4 m), rimandano alle marionette utilizzate dai Pink Floyd sin dai tour di lancio di Wish You Were Here / Animals, divenuti elemento scenografico protagonista sul palco durante i concerti che seguirono l’uscita di The Wall.

piramide

La Piramide, illuminata a led, con sistema laser RGB, è l’ultimo elemento scenografico di cui la band si è dotata, a ricreare in 3D l’iconica copertina di The Dark Side Of The Moon, ed è stato realizzato in occasione del messa in scena de “Il Lato Oscuro della Luna”, in collaborazione con gli Attori dell’Associazione Culturale Teatrale “Malalingua”.

Il teatro

Da anni la band collabora con l’Associazione Culturale Malalingua, avvalendosi del supporto professionale di Marianna de Pinto e Marco Grossi (Accademia D’Arte Drammatica “Silvio D’Amico”, Roma), proponendo una suggestiva commistione tra teatro e musica live, coinvolgente e di assoluto impatto emotivo, attraverso il racconto e la rivisitazione dei concept pinkfloydiani. La collaborazione, concretizzatasi nelle performance di “Shine On” (2005) “A Walk On The Dark Side” (2009), “Shining Lights (in the Heart of Darkness)” (2011) è culminata nella presentazione e messa in scena, a cura della stessa Associazione Malalingua, de “Il Lato Oscuro della Luna” (2013), racconto in chiave onirica di un percorso di formazione umana ed artistica, intersecato con i brani di The Dark Side of The Moon, eseguita live in forma integrale dai Floyd Rose.

  • Hey you! Don’t tell me there’s no hope at all
    Together we stand, divided we fall.

    — Hey you —
  • With your nerves in tatters as the cockshell shatters
    and the hammers batter down your door
    You better run.

    — Run Like Hell —
  • “I’ve always been mad
    I know I’ve been mad
    Like the most of us have
    Very hard to explain why you’re mad
    Even if you’re not mad

    — Speak to me —
  • There is no dark side of the moon really
    Matter of fact it’s all dark.

    — Eclipse —

News




Relics Corner



SPEAK TO ME

Back to Top